top of page
  • Immagine del redattoreAdmin

Il NLT come soluzione alle nuove limitazioni di circolazione

La mobilità sta cambiando con un ritmo molto veloce, a volte più veloce di quanto ci si possa rendere conto.

Negli ultimi mesi la parola chiave del settore automotive - come per molti altri mercati - è sostenibilità.

Tutta la filiera produttiva si sta attivando per dare sempre maggiore valore alle auto elettriche ed eliminare l’utilizzo dei tradizionali carburanti che abbiamo sempre usato.

La spinta verso una mobilità più consapevole non arriva solo dall’industria dell’automotive, ma anche dai comuni che si stanno muovendo per limitare la circolazione dei veicoli all’interno delle aree dei centri storici.


Limitazione della circolazione dei veicoli a Milano


Il Comune di Milano ha scelto di applicare delle forti restrizioni alla circolazione già nell’area B, limite che arriva alle tangenziali est e ovest. Le nuove norme coinvolgono un numero elevato di veicoli. Ti riporto quanto prevedere la Mappa delle limitazioni alla circolazione dei veicoli a Milano e altre città.


Dal 1° ottobre sono entrate in vigore le nuove limitazioni di accesso nei centri città per le auto più vetuste e inquinanti: è Milano la prima città italiana a imporre le nuove regolamentazioni di accesso all’area B, la zona a traffico limitato a cui è vietata la circolazione per le vetture fino a Euro 2 e fino a Euro 5 a gasolio e per i veicoli con lunghezza superiore ai 12 metri che trasportano merci.


I nuovi divieti mettono un po’ crisi la mobilità, soprattutto quella delle persone che si recano a lavorare in città ogni giorno. Tieni presente che un veicolo Euro 5 ha un’anzianità di circa 3-5 anni (quindi molto giovane). Inoltre, non tutti i veicoli considerati ibridi possono entrare nell’area B.

Sono coinvolte dalle limitazioni del Comune di Milano anche le auto diesel Euro 4 con filtro antiparticolato e le auto a benzina Euro 2, che possono però circolare liberamente all’interno della Regione Lombardia.

Per il momento le limitazioni sono attive dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 10:30, festivi esclusi.


Anche in altre città italiane come Napoli, Firenze, Roma, Torino, Bologna sono in vigore nuove normative per la circolazione di veicoli inquinanti che penalizzano in modo particolare gli Euro 2 a benzina, Euro 3 diesel ed Euro 0 e 1 a Gpl.


E se la soluzione fosse il noleggio a lungo termine?


In questo momento le indicazioni che arrivano dal governo hanno l’obiettivo di ridurre la circolazione dei veicoli a motore termico e spingere l’elettrico.

Questa soluzione incontra ancora molti ostacoli perché il parco circolante italiano non è pronto ad affrontare una simile rivoluzione in breve tempo.

Nonostante la media di chilometri percorsi per persona al giorno in Italia sia di circa 18,3 km*, sono molte le persone che hanno bisogno di una vettura diesel perché macinano parecchi chilometri per lavoro.

Il total electric non è ancora una soluzione adattabile a tutte le famiglie, non solo per una questione di necessità personali ma anche di costi.

Quanti nuclei familiari potrebbero permettersi l’acquisto di un’auto elettrica o ibrida nei prossimi mesi?


In questo contesto sempre più dinamico e mutevole, il noleggio a lungo termine diventa una valida soluzione che permette a famiglie, liberi professionisti e aziende di adeguarsi alle nuove esigenze della mobilità sostenibile senza andare incontro a investimenti troppo elevati o a rischi: se solo tra 3 anni dovessero modificarsi in modo rilevante le normative alla circolazione, ci si troverebbe di nuovo al punto di partenza.


Quando penso al futuro della mobilità, mi immagino una società nella quale le persone abbandonano il concetto di proprietà del bene - l’automobile - a favore del noleggio.

I vantaggi offerti dal noleggio a lungo termine in questo frangente sono diversi.

  • Le persone possono usufruire di veicoli moderni, innovativi e all’avanguardia in linea con le esigenze del mercato espresse “nel momento”.

  • Aziende e famiglie hanno la possibilità di scegliere il veicolo più adatto per la situazione che stanno vivendo: per esempio, numero di collaboratori e necessità commerciali per le prime, numero di figli e loro età per le seconde.

  • Il NLT libera gli utenti dal costo di svalutazione dell’automobile che assumerà valori sempre più alti nel tempo.

  • Al termine del contratto di noleggio è possibile ordinare un nuovo veicolo oppure estendere il contratto fino alle limitazioni di chilometraggio previste.

  • Chi si affida al noleggio a lungo termine può dimenticarsi del bollo, dell’assicurazione e della manutenzione ordinaria del veicolo. Pensa a tutto la società di noleggio.


Se vivi in una città italiana di medie/grandi dimensioni e non hai ancora una vettura elettrica, inizia a pensare sin da ora alla possibilità di noleggiarla.

Per ulteriori informazioni, contattami senza indugio, ti lascio i miei riferimenti.





Nel caso in cui tu avessi già un’auto elettrica, QUI trovi informazioni sulle colonnine per la ricarica elettrica di auto e furgoni.


Buona giornata,


Luca


* Fonte: La Repubblica

 Il NLT come soluzione alle nuove limitazioni di circolazione
Il NLT come soluzione alle nuove limitazioni di circolazione



19 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

留言


bottom of page