top of page
  • Immagine del redattoreAdmin

Perché sono un consulente e broker in servizi di noleggio automobili e veicoli commerciali?

Aggiornamento: 22 mar

Piacere di conoscerti
Sono lieto di raccontarti la mia storia
Consulente broker in servizi di noleggio lungo termine di auto e furgoni
Chi Sono?
Sono una persona comune con tante esperienze da raccontare

Mi chiamo Luca Modena, nasco a Milano nel 1970 in uno dei tanti quartieri di periferia. Sono sposato con una donna che risposerei all'infinito ed ho due figli, grandi ormai, Martina e Andrea.

La mia carriera lavorativa inizia nel lontano 1988 come operaio in una società in cui si producevano prodotti chimici per idraulica, contemporaneamente studiavo ragioneria frequentando le scuole serali. All'epoca era quasi di moda, c'erano un sacco di ragazzi e persone più o meno grandi che facevano la mia stessa scuola, perché a quei tempi, come dicevano i miei genitori, "un pezzo di carta in mano era importante". In realtà mi affascinava lavorare, mi divertivo anche se era faticoso, ma avevo la fortuna di avere come collega un carissimo amico con cui suonavamo anche in un gruppo musicale di quartiere. Lavoravamo e pensavamo a quali pezzi musicali mettere in cantiere, parlavamo delle difficoltà tecniche e di come fare i nostri arrangiamenti. Che bei ricordi!

Una volta, eravamo in laboratorio di produzione, e il titolare dell'azienda, essendo vicini al periodo estivo, entrò e ci disse, con arroganza: "ragazzi se volete andare in ferie nel mese di agosto, voglio vedere i magazzini pieni di scatoloni dei prodotti e tutto il cortile, in porfido, lucido e senza erbetta". Beh! Quale migliore sfida da cogliere per dimostrargli che NOI eravamo più duri di lui? Ci accordammo sulla strategia, sui tempi di produzione e su quanto potevamo produrre in quel poco tempo. Il risultato? Abbiamo fatto tutto il mese di Agosto in ferie! Nei magazzini non ci si riusciva nemmeno ad entrare, da quanto avevamo prodotto e il cortile era lucidissimo, senza nemmeno un filo di erba, non vi racconto come abbiamo fatto! OBIETTIVO RAGGIUNTO. Nel '90 cambio lavoro e divento impiegato, mi sembrava di aver fatto il salto della mia vita, mi occupo dell'ufficio acquisti a supporto dell'ufficio tecnico in una azienda di arredamenti su misura. Ci sono un sacco di cose da imparare e da gestire, i colleghi sono bravi mi supportano e mi insegnano, ricordo in particolare un architetto di nome Giusy, lei mi ha insegnato moltissimo sui materiali, le loro particolarità e caratteristiche. Iniziai a scoprire qualcosa di me che non conoscevo, ero curioso ed affamato di imparare. Nel '95 cambio nuovamente azienda e fino al 2000 lavoro, stavolta come responsabile dell'ufficio acquisti per una Spa che produce impianti di climatizzazione per bus e treni. Qui oltre a gestire gli acquisti sulle commesse e le giacenze di magazzino mi approccio all'organizzazione della produzione. Non era cosa facile, i dipendenti cominciavano ad essere un bel numero di persone, le aziende nostre clienti erano importanti, il rischio di sbagliare era alto, ma la mia curiosità e la voglia di imparare era tanta e non mi sarei mai tirato indietro. Sono 5 anni, questi, di esperienza e belli, in cui ho conosciuto molte persone, colleghi e soprattutto il proprietario della Società, persona di altri tempi, tutta d'un pezzo, la cui parola valeva più di un contratto scritto. Un giorno però ci lascia, così, all'improvviso. Iniziarono i cambiamenti, le cose in azienda cominciarono a cambiare, le persone cambiano i modi di fare impresa quindi decido di cambiare anch'io. Eccoci, arriva il 2001 inizia il periodo peggiore della mia vita, o meglio, all'inizio è tutto idilliaco, vengo assunto come commerciale vendite, cambio addirittura prospettiva, passo dall'essere un commerciale acquisti in aziende di prodotti ad un commerciale vendite in azienda di servizi. Inizio faticosamente ma presto mi rendo conto di avere un enorme vantaggio, grazie ai miei precedenti ruoli, capisco e percepisco subito le esigenze e le richieste di chi ho di fronte. Mi assegnano la responsabilità commerciale di una regione d'Italia, cominciano i viaggi e le permanenze fuori casa, inizialmente rimango lontano di casa poco, un paio di giorni a settimana, poi però il lavoro aumenta, i contratti aumentano, gli impegni aumentano e mi trovo ad essere lontano da casa per l'intera settimana. Nel frattempo mia figlia ha 1 anno, cresce, perdo molti momenti della sua tenerissima età, il tempo passa e non torna indietro, però il lavoro mi piace, non mi pesa, lo faccio con passione e, come tutto ciò che mi appassiona, ci metto l'anima, il cuore, tutto me stesso. Arriva il 2003 i primi problemi sono dietro l'angolo, il lavoro mi assorbe totalmente, nasce mio figlio e contemporaneamente, vista la dedizione che ho verso il mio lavoro decido, dietro consiglio ed approvazione dell'azienda, di trasferirmi in Toscana così da poter dedicare più tempo al lavoro e anche alla mia famiglia. Nel 2004 approdo definitivamente a Grosseto, città di provincia sul litorale sud della costa tirrenica, in cui ancora oggi, se solo si volesse, si potrebbe fare tutto.

Un nuovo percorso fatto di tante tappe

Nel 2004 la Società per la quale mi sono trasferito in Toscana fallisce, ovviamente, ho bisogno di un lavoro, quindi, responsabilmente, mi rimetto in gioco. Lavoro per circa tre anni nel settore immobiliare fino a quando, così per caso, a inizio anno 2007 rispondo ad una inserzione di ricerca personale e vengo contattato direttamente dall'azienda. Non mi sembrava vero, una multinazionale di quella portata era interessata a farmi un colloquio di lavoro, avevo 37 anni ma, "mi luccicavano gli occhi", la fame che avevo era palpabile. Mi ricordo che durante il secondo colloquio l'allora capo area mi disse: perché dovremmo scegliere proprio te? Io risposi: perché l'unico modo che avete per sapere se sono la persona che cercate è assumermi. Venni assunto a tempo indeterminato e ne ero orgoglioso, felice, fiero. In questa azienda, di cui non farò il nome, i venditori erano tutti tecnici, si facevano corsi su corsi, aggiornamenti su aggiornamenti, riunioni, affiancamenti con altri tecnici e si imparavano un sacco di cose. Mi accorsi che stavo diventando bravo, come? Mi resi conto che i clienti mi chiamavano per sapere da me come avrebbero potuto fare una determinata cosa e la vendita non era mai una vendita ma era una conseguenza di una consulenza. Mi innamorai letteralmente di questo concetto di vendita. Provavo una soddisfazione ed un piacere immenso nel poter aiutare le persone a risolvere un problema, soprattutto perché alla fine io, in modo diretto, NON STAVO VENDENDO NIENTE A NESSUNO, semplicemente, col tempo, i clienti si fidavano di me ed erano soddisfatti di ciò che offrivo a loro, e cioè: Integrità, Passione, Coraggio e Competenza.

2016 La svolta
Decido di diventare lavoratore autonomo

Una mattina di maggio del 2016 incontro un mio ex collega ed amico, lo vedo tutto elegante, tirato a lucido, e gli dico: Ciao, ti vedo alla grande, cosa mi racconti? Mi disse che aveva cambiato lavoro e mi disse anche: secondo me Luca, sei la persona giusta per questo settore. Ah si? Dico io. Mi disse: Sì, sei una persona meticolosa, sempre attento ai dettagli, ti fai carico delle esigenze dei clienti, li capisci e ti comporti con loro come se il cliente fossi te stesso, è sempre stata una tua particolarità. Lo ascolto, mi incuriosisce, faccio qualche verifica, comincio a parlarne con qualche mio cliente, così, giusto per capire e vedere le loro reazioni, scrutando i loro movimenti, atteggiamenti, e le risposte che ricevo da loro sono sempre le stesse: Luca, sai stavo pensando di perseguire quella strada ma il dubbio più grande che ho è: Se poi ho bisogno di qualcosa a chi mi rivolgo? La mia risposta era sempre la stessa: Se dovessi decidere di fare il consulente ti seguirei sempre io. A questa mia affermazione tutte le persone che mi conoscevano e con cui avevo avuto modo di lavorare in precedenza, mi rispondevano: Allora ok, se sarai te a seguirmi va bene, parliamone quando e se deciderai di intraprendere questa strada. Decido, di pancia, senza pensarci troppo ma intravedo il percorso giusto, sento che posso creare qualcosa di veramente mio e che potrò fare ciò di cui sono innamorato, ricordi cosa ho scritto sopra? Sono innamorato del concetto vero di consulenza, aiutare le persone a raggiungere i loro obiettivi. Così divento proprietario dell'attuale dominio NLTNoleggio.it avvio la mia attività di consulente in servizi di noleggio a lungo termine di automobili e veicoli commerciali (LCV - Light Commercial Veichle) fino a 35 Ql. guidabili con patente "B". I primi anni vanno bene in termini di numeri ma sono faticosissimi perché arrivo da tutt'altro settore e non sopporto l'approssimazione. Quindi, studio, cerco, analizzo, mi informo e imparo, scopro che è un'attività in cui tutto è veloce, ci sono cambiamenti ogni momento e tenersi aggiornati non è semplice ma SONO INNAMORATO DI FARE CONSULENZA. Mi rendo presto conto che devo farmi conoscere, i clienti all'inizio sono i clienti di sempre, quelli che mi conoscono da anni, con cui abbiamo avuto modo di instaurare un rapporto personale, vero e trasparente, ma ho bisogno di farmi conoscere anche da altre platee. Creo e produco in autonomia il mio primo sito web, non avevo mai fatto una cosa del genere prima. Inizialmente il sito parla poco di me, lo creo con qualche pagina e lo imposto come la maggior parte dei siti del settore, ci sono offerte, immagini di auto con i canoni, ecc. Mi rendo conto molto presto che stavo perdendo ancora una volta il giusto orientamento, stavo dando prevalenza alla vendita e NON alla consulenza, quindi cambio tutto, tolgo le immagini, tolgo le offerte e tolgo i prezzi. Decido di raccontare un pò di me, imposto il sito in modo diverso, inserisco alcune parti in cui creare un filo diretto con i visitatori, creo una Chat, imposto un calendario in cui poter fissare gli appuntamenti online o in presenza. Arriva il Covid-19, rimaniamo tutti bloccati in casa e, sorpresa, il sito comincia a funzionare, arrivano richieste di contatto, richieste di appuntamenti online, e iniziano relazioni con persone che non conosco, eppure, nonostante le distanze, si stringono rapporti "stretti" quasi confidenziali. Ero soddisfatto perché riuscivo a fare consulenza anche a distanza. Il tempo passa e siamo a Giugno 2022, contatto, tramite un social, una professionista, così per caso, grazie alla risposta che aveva scritto in un commento di un post. Mi era piaciuto il modo, il tono, come aveva risposto, percepivo che era una persona preparata. Mi risponde, ci sentiamo prima via email, poi telefonicamente. Le racconto un pò di me, le dico cosa faccio, di cosa mi occupo e come lavoro, cosa ho in mente e cosa voglio creare, inizia una collaborazione. Stravolgiamo il sito NLTNoleggio.it, e tutto sarà finalizzato a fornire consulenza in modo chiaro e trasparente ai visitatori.

Sono talmente innamorato di questa attività che penso a come posso aiutare ancor più gli utenti, le persone che navigano e quelle che incontro per strada. Decido quindi di ampliare le proposte e divento agenzia internazionale nel canale del noleggio a breve e medio termine. La fortuna è che questo lavoro lo puoi fare ovunque tu sia, quindi anche durante una sosta al bar puoi fare consulenza ed aiutare il prossimo




Nel frattempo divento noleggiatore diretto su Grosseto, spesso negli anni passati è capitato di ricevere chiamate da persone che avevano bisogno una macchina in sostituzione perché, magari, la loro auto si era guastata mentre erano qui in vacanza o semplicemente volevano fare un giro per la maremma senza utilizzare la loro automobile personale. Dovevo sempre rispondere, "Mi dispiace non riesco ad aiutarla", era una cosa che mi deprimeva, il fatto di non poter soddisfare una richiesta che ricevevo, quindi inserisco una vettura da noleggiare






Sempre a fine 2022 decido di ampliare ulteriormente la proposta così da poter soddisfare una platea più ampia e creo una relazione professionale con una multinazionale nel settore del noleggio di veicoli a 2 ruote elettrici

Questa è la mia storia personale e professionale. Mi sono messo a "nudo" nei tuoi confronti perché CREDO nelle relazioni buone, sane, costruttive. Il mio obiettivo, certo, è quello di farmi conoscere, non sono ipocrita, ma soprattutto è quello di informare in modo preciso, puntuale e diretto. Non ci sarà mai nulla di nascosto o non detto e se avrai delle domande da fare riceverai sempre delle risposte chiare ed inequivocabili. Se hai letto fino alla fine, ti dico grazie!

Questo significa che abbiamo molto in comune e che farà piacere ad entrambi conoscerci.



Luca Modena

+393429854511


Consulente e broker in servizi di noleggio automobili, veicoli commerciali.

49 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comentários


bottom of page